Agape

Culto di Natale e del 31-12-2016

 

 

 

 

Il culto di Natale di domenica 25-12-2016 sarà alle ore 18.00 a Treviso quindi il culto mattutino non ci sarà.
Il culto del 31-12-2016 sarà invece alle ore 22.00

Pr. Alessandro Sanfelici Tel. 329.4560240

 

Corsi pastorali

planeamiento-estrategico-pyme-l-w8mag4Corso di Teologia sistematica domenica mattina alle ore 09.00 a Treviso

Per informazioni e partecipazione, rivolgersi al Pr. Alessandro. Tel.3294560240

 

Studio biblico sulle dinamiche famigliari, con soluzioni pratiche e coinvolgenti alle problematiche di tutti i giorni. A lunedì alterni a Treviso e Conegliano alle ore 20.00

immagine1

 

Corso di storia della chiesa col Pr. Alessandro Sanfelici

agape

 

Conoscendo le nostre radici nel corso dei secoli. A lunedì alterni a Treviso e Conegliano ore 20.00 

 

 

 

STATUTO DI ENTE ECCLESIASTICO

Scarica il documento facendo click sopra il link:

link scarica

 

STATUTO DI ENTE ECCLESIASTICO

DELLA CHIESA BATTISTA AGAPE DI TREVISO.

 

ARTICOLO 01: COSTITUZIONE – DENOMINAZIONE – SEDE

Presa d’atto dell’esistenza della Chiesa, della delibera dell’Assemblea della Chiesa, del parere del Comitato Esecutivo e dell’approvazione dell’Assemblea Generale (Art. da 177 a 182 RU),

è costituito l’Ente Ecclesiastico denominato: “Chiesa Battista Agape di Treviso”, di seguito denominato “Chiesa”, con sede in via Fonderia 83, 31100 Treviso (Tv), Italia.

 

ARTICOLO 02: FINALITA’ E SCOPI

L’Ente Ecclesiastico persegue esclusivamente le finalità della Chiesa che rappresenta, come specificato nell’articolo 1 del Regolamento interno, che è parte integrante del presente statuto.

A tal fine ha lo scopo di promuovere, finanziare o realizzare i progetti della Chiesa in Italia ed all’estero.

Per perseguire gli scopi in particolare si propone di:

–  svolgere attività di istruzione, beneficenza, culturali, ricreative e sociali;

– svolgere opera d’informazione e divulgazione delle finalità della Chiesa, sensibilizzando l’opinione pubblica;

– realizzare ogni iniziativa in base agli scopi predetti anche attraverso la stipula di apposite convenzioni e la raccolta di fondi presso Istituzioni, Enti pubblici e privati aventi scopi analoghi o connessi ai propri.

L’Ente potrà inoltre svolgere qualsiasi altra attività culturale o ricreativa e potrà compiere qualsiasi operazione economica o finanziaria, per il migliore raggiungimento dei propri fini in base a quanto disposto dal D.Lgs. n. 460/97 e successive modifiche ed integrazioni.

L’Ente non svolge attività diverse da quelle istituzionali.

Potrà svolgere attività direttamente connesse a quelle istituzionali, ovvero accessorie in quanto integrative delle stesse, nei limiti consentiti dal D.Lgs. 4.12.97 n. 460 e successive modificazioni ed integrazioni, ivi compresi ogni atto ed ogni operazione finanziaria, mobiliare ed immobiliare, in proprio senza fini di speculazione finanziaria, che siano utili al conseguimento degli scopi associativi sempre nell’ambito del disposto del D.Lgs. n. 460/97.

 

ARTICOLO 03: PATRIMONIO,  GESTIONE DEL PATRIMONIO E RISORSE ECONOMICHE

 Il patrimonio della Chiesa è costituito, da beni mobili ed immobili che pervengono alla stessa a qualsiasi titolo, da acquisti,  da elargizioni o contributi da parte di enti pubblici, da persone fisiche e dagli avanzi netti di gestione.

 

3.1: RISORSE ECONOMICHE

La Chiesa trae le risorse economiche per il proprio funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività da:

  • Offerte e contributi dei membri e dei terzi;
  • Offerte e contributi raccolti tra le chiese;
  • Eredità, donazioni;
  • Contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, di enti o di istituzioni pubbliche, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari;
  • Contributi dell’Unione Europea e di organismi internazionali;
  • Entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;
  • Proventi delle cessioni di beni e servizi ai membri e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
  • Erogazioni liberali dei membri e dei terzi;
  • Entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento;
  • Da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.

Ogni operazione finanziaria della Chiesa è disposta con firme congiunte del Presidente e del Cassiere per importi superiori a 3.000,00 Euro. Per importi inferiori è sufficiente la firma di un solo cassiere.

Il patrimonio residuo, globalmente considerato, in caso di scioglimento, cessazione o estinzione, dopo la liquidazione, dovrà essere devoluto ex articolo 186 del RU all’Ente Patrimoniale.

 

ARTICOLO 04:  MEMBRI DELL’ENTE ECCLESIASTICO, REQUISITI-DIRITTI-DOVERI-CANCELLAZIONE:

 

4.1 – La Chiesa è costituita da persone di entrambi i sessi, di qualsiasi nazionalità, senza distinzione di età, etnia o classe sociale, che hanno dato evidenza di una nuova vita in Cristo, che hanno manifestato pubblicamente la propria fede per mezzo del battesimo per immersione, che seguono le attività della chiesa e che condividono il presente Statuto e allegato Regolamento Interno.

 

4.2 – Le modalità per diventare membro del E.E, diritti, doveri, disciplina e uscita sono previste secondo le norme del Regolamento Interno.

 

 

 

 

ARTICOLO 05: ORGANI

Sono organi dell’Ente Ecclesiastico:

  • L’assemblea
  • Il Consiglio Direttivo;
  • Il Corpo Pastorale;
  • Il Corpo Diaconale;
  • Il Collegio dei Revisori Interni

 

Ogni organo del E.E. può comprendere degli Organismi Ausiliare secondo le norme del R. I.

 

5.1: ASSEMBLEA

L’assemblea è composta dai membri effettivi (o elettori) di Chiesa che risultano iscritti nell’elenco e che sono sottoposti al Regolamento della Chiesa stessa. Essi vi partecipano con uguali diritti e con voto deliberativo.

Le modalità di convocazione e lo svolgimento dell’assemblea ordinaria e straordinaria sono disciplinate secondo le norme del R.I.

 

5.1.1: Compiti dell’Assemblea ORDINARIA

I compiti principali dall’Assemblea sono:

a) eleggere tra i suoi membri il Consiglio Direttivo, secondo le modalità espresse nell’Articolo del regolamento interno della Chiesa.

b) eleggere Pastori, Anziani, Diaconi e il Collegio dei Revisori.

c) esaminare ed approvare il bilancio consuntivo previo ascolto delle relazioni dei Collegi dei Revisori.

d) esaminare ed approvare il bilancio preventivo;

 

5.1.2: Compiti dell’Assemblea STRAORDINARIA

 L’Assemblea Generale Straordinaria viene convocata nei termini e nei modi previste dal R. I.

 

Argomenti Esclusivi dell’Assemblea Straordinaria:

 

  • Compimento di atti patrimoniali di straordinaria amministrazione che comportino acquisizione, cessione, permuta di beni mobili e immobili, inclusi i diritti reali sugli stessi, nonché accettazione di donazioni e lasciti o rinuncia agli stessi;

 

  • Nomina del/dei pastore/i o suo esonero per qualsiasi causa.

 

  • Modifica dello statuto e/o R.I.

 

 

 

5.2: CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio è composto dai seguenti membri: Presidente; Vice Presidente; il Cassiere e il Vice cassiere, la prima e seconda segretaria, e Pastore Titolare viene eletto con le modalità espresse negli articoli del regolamento interno.

Affinché il Consiglio possa deliberare, deve essere presente la maggioranza dei componenti.

Il Consiglio decide con il voto della maggioranza dei presenti.

Qualora una deliberazione del Consiglio ottenga uguale numero di voti a favore e contrari, prevale il voto del presidente o, in sua assenza, di chi lo sostituisce.

Non sono ammesse astensioni dal voto, tranne che su argomenti che coinvolgono un interesse personale.

Dura in carica due anni e può essere riconfermato.

Esso si riunisce almeno due volte l'anno; può inoltre essere convocato su richiesta del Presidente o di almeno due componenti.

 

Compiti del Consiglio

I compiti principali del Consiglio Direttivo sono:

–  Predisporre il bilancio consuntivo e preventivo da sottoporre all’approvazione dell'Assemblea;

–  Esercitare ogni potere inerente al funzionamento dell'Ente;

–  Vigilare sull’osservanza del Regolamento Interno della Chiesa;

–  Deliberare l'instaurazione di rapporti di lavoro sia dipendente che autonomo;

–  Autorizzare le spese in conformità al bilancio di previsione approvato dall’Assemblea;

–  Accettare lasciti e donazioni;

–  Vigilare sulla manutenzione ordinaria dei beni di proprietà o dati in uso alla Chiesa;

–  Curare i rapporti con l’UCEBI, con le Chiese consorelle;

–  Adottare qualsiasi altra delibera che non sia di competenza dell'Assemblea.

– Nominare comitati, commissioni e gruppi ministeriali per il migliore svolgimento delle varie attività della Chiesa.

Ai membri del Consiglio Direttivo può essere riconosciuto il rimborso delle spese documentate nei limiti stabiliti annualmente, in sede di approvazione del bilancio, o di volta in volta dall’Assemblea nel pieno rispetto delle norme stabilite dal D.lgs. n. 460/97 e dalle norme in materia ad esso collegate.

 

5.3: CORPO PASTORALE

Il Corpo Pastorale è composto dai pastori e dagli anziani di Chiesa eletti dall’Assemblea secondo quanto previsto dal Regolamento Interno ed ha il compito di occuparsi delle questioni collegate ai membri di chiesa, alla loro preparazione al battesimo, al loro inserimento nella Chiesa, alla cura pastorale ed eventuale disciplina.

I compiti specifici del Corpo Pastorale sono elencati nel Regolamento Interno.

 

5.4: CORPO DIACONALE

Il Corpo Diaconale è composto dai diaconi e diaconesse eletti dall’Assemblea secondo le modalità previste dal Regolamento Interno.

I compiti del Corpo Diaconale sono elencati nel Regolamento Interno.

 

5.5: COLLEGIO DEI REVISORI INTERNI

L’Assemblea elegge ogni due anni 3 revisori  fra i suoi membri i cui compiti sono elencati nel Regolamento Interno.

 

 

ARTICOLO 06: PRESIDENTE

Il Presidente, rappresenta legalmente la Chiesa nei confronti di terzi e in giudizio, cura i rapporti con le autorità e le pubbliche amministrazioni, nonché l’esecuzione delle delibere dell’Assemblea di Chiesa e l’eventuale adeguamento alle delibere del CE.

In caso di assenza, di impedimento o di cessazione, le relative funzioni sono svolte dal Vice Presidente.

Al Presidente spetta l’ordinaria amministrazione sulla base delle direttive emanate dall’Assemblea, in conformità ai dettati del presente Statuto e del Regolamento Interno per quanto di competenza ed in conformità a quanto ivi espressamente previsto. In caso di dimissioni, il Vice Presidente ne assume le funzioni e convoca entro 30 (trenta) giorni il Consiglio Direttivo, che provvederà a convocare una assemblea elettiva entro i successivi 30 giorni.

Il Presidente presiede e cura l’esecuzione delle relative deliberazioni; sorveglia il buon andamento amministrativo della Chiesa; verifica l’osservanza dello Statuto e del Regolamento Interno e ne promuove la riforma ove necessario; riferisce periodicamente al Comitato Esecutivo; cura i rapporti con Enti pubblici e privati.

 

6.1: VICE PRESIDENTE

Il Vice presidente, eletto dall’Assemblea, secondo le modalità previste dagli articoli del regolamento interno, coadiuva e/o sostituisce il Presidente in tutte le sue funzioni di cui all’art.5/3.

 

 

 

ARTICOLO 07: SEGRETARIO E VICE SEGRETARIO

Il Segretario coadiuva la Presidenza ed, oltre i compiti previsti e disciplinati dal Regolamento Interno, ha i seguenti ulteriori compiti:

  • Provvede alla tenuta ed all’aggiornamento del registro dei membri;
  • Provvede al disbrigo della corrispondenza;
  • E’ responsabile della redazione e della conservazione dei verbali delle riunioni degli organi collegiali;
  • Controlla la sicurezza delle informazioni, anche eventuali password di accesso;
  • Gestisce gli account per gli accessi ad internet, nonché il sito ufficiale dell’Ente, le attività multimediali, il funzionamento delle attrezzature tecniche ed informatiche.

 

ARTICOLO 08: CASSIERE E VICE CASSIERE

Il Cassiere, eletto dall’Assemblea, oltre i compiti previsti e disciplinati dal Regolamento Interno, cura la gestione della cassa e ne tiene idonea contabilità, effettua le relative verifiche, controlla la tenuta dei libri contabili e predispone dal punto di vista contabile il bilancio.

In particolare:

  • Predispone lo schema del progetto di bilancio preventivo e del bilancio consuntivo, che sottopone al Consiglio Direttivo;
  • Provvede alla tenuta dei registri e della contabilità della Chiesa nonché alla conservazione della relativa documentazione;
  • Provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese in conformità alle decisioni dell’Assemblea;
  • Aggiorna periodicamente il Consiglio Direttivo di nuove ed eventuali forme di contributo;
  • Redige rapporti di consulenza economica e finanziaria;
  • Prepara le documentazioni necessarie alla richiesta di contributi.

 

ARTICOLO 09: LIBRI DELL’ENTE ECCLESIASTICO

I libri dell’Ente sono:

  • Libro Verbali Assemblea
  • Libro Verbali Consiglio
  • Libri Contabili

 

ARTICOLO 10: DURATA DELLE CARICHE

La durata di tutte le cariche è disciplinata secondo i criteri previsti dal Regolamento Interno.

Le sostituzioni e le nomine effettuate nel corso del suddetto periodo decadono allo scadere dello stesso.

ARTICOLO 11: BILANCIO

È fatto obbligo di redigere ed approvare al meno due volte all’anno un rendiconto economico e finanziario. L’esercizio finanziario inizia il 1° gennaio e termina al 31 dicembre di ogni anno. L’Assemblea per lapprovazione del bilancio consuntivo e preventivo dovrà tenersi entro gennaio di ogni anno.

 

ARTICOLO 12: MODIFICHE ALLO STATUTO

Lo Statuto dell’Ente potrà essere modificato previa autorizzazione del Comitato dell’UCEBI e purché la relativa delibera venga approvata con il voto favorevole di almeno due terzi dei membri.

La modifica verrà ratificata alla successiva Assemblea Generale dell’UCEBI.

In caso di modifica sostanziale la delibera sarà sottoposta, per la sua efficacia, all’Assemblea Generale dell’UCEBI.

Prima di tale momento avrà efficacia solo tra i membri.

 

ARTICOLO 13: SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento dell’Ente Ecclesiastico avviene, previa delibera assembleare:

1) per tutti i casi in cui la Chiesa non sia più parte dell’UCEBI:

2) permanendo la Chiesa, per il venir meno di uno o più dei requisiti previsti all’articolo 178 RU;

3) per il mancato rispetto dello Statuto.

Qualora l'Assemblea non deliberi lo scioglimento, il Comitato dell’UCEBI, su istanza del Collegio dei Revisori o di qualunque interessato/a, dichiara lo scioglimento dell’Ente Ecclesiastico che dovrà essere ratificato alla successiva Assemblea Generale dell’UCEBI.

Con l’atto di scioglimento vengono nominati tre liquidatori che avranno il compito di amministrare l’Ente con poteri di rappresentanza procedendo alla successione nei rapporti attivi e passivi dell’Ente in capo all’Ente Patrimoniale dell’UCEBI.

 

ARTICOLO 14: NORMA DI RINVIO

Per quanto non previsto dal presente Statuto, si fa espresso riferimento al Regolamento Interno e all’Ordinamento dell’UCEBI.

 

perciò cosa posso fare ????,cosa posso donare ???

Manca ancora un po’ di tempo , ma stiamo preparando il

“mercatino di natale”;  perciò  cosa posso fare ????,cosa posso donare ??? (Informazioni Astride)

 

15.09.2014 corso di patchwork

Lunedi 15 settembre, ricomincia il corso di patchwork. 

(info Franca Rizzato)

 

Battesimi domenica prossima il 07-09-2014

Si avvisa che la leadership della Chiesa questa sera, ha deciso di spostare la località  dove verranno effettuati i battesimi domenica prossima, questo a causa delle probabili non positive condizioni meteo, sopratutto riguardo alla temperatura sia esterna che dell’acqua. La località scelta e’ stata CORTELLAZZO DI JESOLO,  VIA ORIENTE 46. Resta invariato l’orario di inizio del Culto a Treviso, fisato alle ore 10,00, al termine partenza per Cortellazzo, dove ci sarà il pranzo al sacco distanza da Treviso circa 50 Km. traffico permettendo tempo di corsa 1 ora circa.

I battesimi inizieranno subito dopo il pranzo. Sempre domenica sera alle ore 18,30, i nostri fratelli e sorelle della chiesa di Padova, saranno battezzati a marghera. Vi invitiaamo a divulgare il piu’ possibile questa notizia grazie. Le condizioni meteo per domenica prossima danno sole tutta la giornata e temperatura estiva. Grazie.

Luigi Santolin

 

Pastore Roberto Silvado

Il Pastore Roberto Silvado, vice presidente neoeletto della Alleanza Battista Mondiale, la sua elezione ha avuto luogo il 11 luglio, sarà presente il culto del Signore, DOMANI Domenica 13 luglio, alle ore 10.30. Con lui sarà Pastor Fernando Brandão , direttore esecutivo della Missione brasiliana.  Il Pastore Roberto Silvado, sarà presente anche per il culto durante la Chiesa Evangelica Battista di Padova (Corso Milano), anche nella notte di Domenica alle ore 18:30. Invitiamo tutti i Membri  e gli amici della Chiesa di Treviso e Padova a partecipare

 

Una serata di musica con la Chiesa Battista Agape di Treviso : P.zza Borsa 07.06.2014 ore 17.00-22.30

 

“Lo Spirito di Dio mi ha creato, e il soffio dell'Onnipotente mi dà la vita” (Giobbe 33:4)
Tutto comincia con questo “soffio di Dio”, che fa di noi esseri simili al Creatore, liberi di scegliere, capaci di amare, sognare, creare.  E’ così che  il nostro canto nasce da questo soffio che irrora l’anima, fa vibrare il nostro essere e si libera nell’aria per diventare raggio di Luce, a immagine di Colui che  E’ Luce.
La Chiesa Battista Agape di Treviso desidera offrire, per il quarto anno consecutivo, alla città di Treviso questo programma musicale Gospel , nell’intento di farsi conoscere, condividendo con il pubblico l’energia e la gioia di una musica creata per celebrare la vita e il Suo Autore.

L’evento “Soffio di Luce” si configura come un incontro musicale di ispirazione Gospel, durante il quale si alterneranno sul palco il gruppo musicale Horem , i giovani allievi del Laboratorio musicale Agape ed il gruppo adolescenti e giovani  Agape.  
Ci sarà la presenza,durante l’intera giornata di sabato di un pullman, attrezzato, che conterrà al suo interno, una mostra fotografica,libri e documenti cristiani.  
Parteciperanno all’evento :GRUPPO HOREM  –  il Laboratorio Musicale Agape. Il laboratorio musicale, si propone di insegnare  la musica, a tutti i bambini.   il Gruppo Adolescenti e giovani Agape .
Al termine della manifestazione, ci sarà una esibizione di ballerini di Capoeira, sport tipico brasiliano..

Luigi Santolin

 
© 2010 - AGAPE - Chiesa Battista Treviso