“ Ed egli disse loro: «Perché avete paura, o gente di poca  fede?» Allora, alzatosi, sgridò i venti e il mare, e si fece gran bonaccia. E  quegli uomini si meravigliarono e dicevano: «Che uomo è mai questo che anche i  venti e il mare gli ubbidiscono?»”(Mt. 8:26-27)
Gli inni di lode alla gloria del nostro  Signore sono arrivati al cielo  e dal cielo è scesa una pioggia, non colma   d'acqua, ma colma di benedizioni su  coloro che amano Dio.  Dio onnipotente  ha  risposto alla preghiera dei suoi servitori; ha guidato nella via della fede i  loro conduttori che, contro ogni previsione umana, hanno confidato nella Sua  sovranità. Qualcuno di noi forse si è chiesto se avessero  presa una decisione  saggia , non considerando  la realtà.  Ma, con la saggezza che viene  dall'alto, hanno ubbidito come ubbidì l'apostolo Pietro quando gli fu comandato  da Gesù di gettare le reti,“Com'ebbe terminato di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo, e gettate le reti per pescare». Simone gli rispose: «Maestro, tutta la notte ci siamo affaticati, e non abbiamo preso nulla; però, secondo la tua parola, getterò le reti».(Lu.5:4-5 ) e come Pietro, sia loro che noi, ne  abbiamo visto il risultato.
Che dire dunque?  Qualcuno di noi si è forse  meravigliato che le nuvole abbiano ubbidito all'ordine del nostro Dio?
Qualcuno di noi dubita forse che la Sua Parola, per mezzo del lavoro dei suoi
fedeli servitori, torni a vuoto? No di certo, direbbe l'apostolo Paolo e no di
certo confermiamo anche noi.  

Gli anziani che tengono bene la presidenza siano reputati degni di doppio onore, specialmente quelli che si affaticano nella predicazione e nell'insegnamento. (I Tm5:17).

Ringraziamo di vero cuore e  rendiamo  doppio onore  ai responsabili, al  gruppo Horem,  alla cantante  Isaura, a Sergio Rouver, alla “band” del seminario musicale, ai nostri bambini, ai nostri giovani ed adolescenti   e a tutti coloro che si sono affaticati nell'opera del Signore, dando modo ai presenti  che hanno desiderato onorare il Signore con la loro  partecipazione , di continuare ad avere il privilegio di testimoniare  a tutti   la benignità e la potenza del nostro Dio.

Buona settimana                                                                   La Redazione.